Il Discorso del Re

Il discorso del re (UK, 2010) è un dramma diretto da Tom Hooper e interpretato dai premi Oscar Colin Firth e Geoffrey Rush, vincitore di numerosi premi internazionali, tra i quali 4 Oscar (compreso quello alla regia e al miglior attore Colin Firth), un Golden Globe e un David di Donatello.

il-discorso-del-re

Dove vedere Il Discorso del Re

[programmazione_programma slug=”il-discorso-del-re”]

Puoi vedere questo film sulle seguenti piattaforme streaming on demand:

prime-video-streamingnow-tv-streamingchili-streamingapple-tvsky-cinema-uno-staserarai-1-stasera

Il Discorso del Re Trailer Italiano

Il Discorso del Re Backstage

Il Discorso del Re Trama

Basato su fatti realmente accaduti, Il discorso del re racconta dell’ascesa al trono del re d’Inghilterra Giorgio VI, padre della Regina Elisabetta II. 

A seguito della minaccia di abdicazione da parte del fratello, il re Edoardo VIII (Guy Pearce), Bertie (Colin Firth) potrebbe diventare sovrano d’Inghilterra. L’uomo, tuttavia, soffre sin da bambino di una grave forma di balbuzie, motivo per lui d’imbarazzo e rabbia nonché, da sempre, di severi rimproveri da parte del padre.  

La famiglia reale da sempre cerca di correre ai ripari. Dopo aver consultato i migliori specialisti, la moglie Elizabeth (Helena Bonham Carter) si rivolge ad uno stravagante terapeuta, Lionel Logue (Geoffrey Rush), con il quale il futuro re inizia una serie di incontri, inizialmente non sempre finiti bene. Col tempo, però, Bertie si lascia andare, instaurando con Logue un rapporto molto confidenziale, interrotti poi bruscamente dal principe.

Quando Edoardo abdica, i due riprendono le sedute. In vista del discorso di dichiarazione della guerra da pronunciare, il nuovo sovrano convoca Logue per aiutarlo ad esercitarsi. 

Quel discorso resterà impresso negli annali della storia inglese.

Il Discorso del Re Cast

Colin Firth, Albert “Bertie”/Giorgio IV

Iracondo, schivo, ma anche sensibile e un padre amorevole: Bertie, come lo chiamano le persone a lui più care, sente su di sé il peso delle proprie responsabilità come membro della famiglia reale, ma anche i limiti provocati dalla sua balbuzie, motivo spesso di imbarazzo per la corte, specie per suo padre. Diviso tra il contegno e la riservatezza che il suo ruolo impone e il desiderio di ritrovare quella normalità che gli è preclusa, Albert trova in Lionel un confidente fidato e l’unica persona a cui è permesso trattarlo “alla pari”.

Geoffrey Rush, Lionel Logue

Quello di Lionel è un personaggio fuori dagli schemi. Eccentrico e controcorrente, Lionel riesce da subito a capire che Bertie ha bisogno di evadere dalle mura che lo proteggono per tirare fuori ciò che più lo ostacola: il suo passato e l’opprimente figura del padre. Con metodi ed esercizi al limite della stravaganza, Lionel diventerà una figura di riferimento importante per il futuro re, nonostante le sue continue scenate.

Helena Bonham Carter, Elizabeth Bowes Lion

Elizabeth è la moglie di Bertie e la madre delle sue due figlie, Elisabetta e Margaret. Donna dalla personalità più combattiva rispetto a quella del remissivo marito, dimostra di amare molto Bertie al punto di proteggerlo e rassicurarlo in ogni occasione. Sarà lei l’intermediaria tra Lionel e Bertie, pur dimostrando una certa titubanza sui metodi terapeutici dell’australiano.